News

Zetapack ti informa
Lunedì 08 Luglio 2019

Da Fresh Plaza, Frutta delicata: la lavorazione a macchina è una realtà

Il bilancio dell'azienda Zetapack a pochi mesi dal lancio della calibratrice.

E' stata un'annata molto positiva per Zetapack, la nuova realtà specializzata nella realizzazione di macchine di calibrazione per frutta delicata. "In pochi mesi, abbiamo venduto sette linee di lavorazione - spiega il responsabile commerciale Nicola Antonacci - Un risultato oltre le nostre più rosee aspettative. Sapevamo di avere un ottimo prodotto, e pensavamo che fosse dedicato a pochi operatori particolarmente accorti, ma in realtà le aziende che vogliono fornire al consumatore frutta a un grado maggiore di maturazione sono molte".

I primi clienti di Zetapack sono stati Trybeca, coop. Albifrutta, azienda agricola Giurset, azienda Fogliati, Leonesi, Agrintesa e Pison (cfr. FreshPlaza del 17/10/2018). La prossima settimana, una calibratrice sarà consegnata alla ditta Trifoglio.



"Grazie alla nostra innovazione - continua il responsabile - ci avviciniamo sempre di più a quel punto di equilibrio in cui si soddisfano le esigenze della logistica (shelf life) e quelle del consumatore per frutta matura".

Ad esempio, per le pere Abate ogni frutto viene trasportato adagiandolo su una sorta di morbido cuscino che evita qualsiasi contraccolpo o danno. Tramite la calibratrice Zetapack, è possibile lavorare immediatamente le pere appena uscite dalle celle, a freddo.



La calibratrice è di tipo circolare. Un frutto, se non viene raccolto dall'operatore, continua a circolare fino a che non viene scelto. Il carico è manuale, come già esistente in altre selezionatrici. In questo modo, frutti delicati come kaki, pere (dopo alcuni mesi di cella), pesche mature, albicocche di grossa pezzatura, o nashi, non si deteriorano.



Lo scarico avviene a mano e l'operatore non deve fare altro che prelevare il frutto dalla tazza del nastro e porlo nello specifico alveolo. Una luce a inseguimento segnala all'operatore quando il frutto che transita è quello del calibro richiesto dalla postazione. Tramite il software, e al grado di completezza che il cliente desidera per la selezionatrice, si possono suddividere i frutti per peso, calibro, colore.



"La nostra proposta è quella di avvicinare il più possibile il consumatore alla frutta buona, gradevole dal punto di vista organolettico. Per fare questo, occorre raccoglierla nello stadio di maturazione più avanzato possibile, al limite con la lavorabilità e conservazione".



"Grazie alla nostra selezionatrice - conclude Antonacci - la frutta può essere raccolta più matura rispetto al passato, perché le fasi di carico e scarico sono effettuate a mano, mentre il sistema computerizzato effettua la selezione sulla base dei parametri impostati".

Questo il LINK DIRETTO all'articolo riportato da FRESH PLAZA.

Utilizzando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Leggi tutto...